Sezioni

Emozioni artificiali - le macchine intelligenti come attori sociali nell’età globale

Conferenza di Luisa Damiano - Unimessina

Introduzione di Carlo Altini (direttore scientifico Fondazione San Carlo / professore di Storia della filosofia, Unimore)

La conferenza è dedicata a illustrare in che modo la progettazione e lo sviluppo di robot, considerati sempre più non soltanto come “oggetti tecnici”, ma come “partner” e “attori sociali”, conduca a un ripensamento delle dinamiche di comunicazione a livello affettivo ed emozionale tra gli esseri umani e le macchine intelligenti. In particolare, si sta assistendo all’affermazione di una visione relazionale e intersoggettiva delle emozioni, che permette di superare la dicotomia tra le due teorie dominanti nel campo delle scienze cognitive applicate alla robotica, vale a dire la concezione “esternalista”, secondo la quale i robot si limiterebbero a riprodurre le emozioni umane attraverso una nuova forma di antropomorfismo, e quella “internalista”, per la quale il comportamento degli umanoidi si baserebbe su processi regolativi endogeni a imitazione di quelli naturali.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/09/05 15:25:00 GMT+2 ultima modifica 2019-09-12T09:34:25+02:00